Sabrina, vita da strega: la serie anni ’90 a cui Netflix strizza l’occhio #TuesdayVintage

Tra poco più di un mese Netflix rilascerà il reboot in chiave dark di una delle serie anni ’90 più amate dagli adolescenti di quella generazione: Sabrina vita da strega, dai toni molto più leggeri e condita di humor e spensieratezza.

Sabrina, vita da strega è una serie televisiva statunitense trasmessa dal 1996 al 2003 sul canale ABC prima, e poi dalla The WB, con il titolo originale Sabrina the Teenage Witch. La trama prende spunto dalle storie a fumetti di Archie Comics dal titolo omonimo, e si ispira alla fortunata sit-com statunitense Vita da strega (Bewitched) andata in onda tra il 1964 e il 1972, con protagonisti Elizabeth Montgomery e Dick Sargent.

In Italia ha esordito nel 1998 su Italia 1, nella fascia pomeridiana.

L’episodio pilota fu in realtà un film, pensato appositamente per la televisione e che fu trasmesso negli USA il 7 aprile del 1996 dalla rete televisiva Showtime. La trama del film era la stessa dell’episodio “regolare” andato in onda in tv.

Dopo aver visionato il film la ABC decise di creare una serie tv della durata di mezz’ora ad episodio, dal taglio umoristico.

La storia inizia il giorno del sedicesimo compleanno di Sabrina Spellman, una normale adolescente americana che vive con le due zie Hilda e Zelda,  e che proprio quel giorno le rivelano la sua natura di strega.

Da quel momento Sabrina inizia un percorso di addestramento, fatto di incantesimi e magie, volto al raggiungimento della licenza da strega, conciliando, però, anche la sua vita da classica adolescente, condita da scuola, amici e primi amori. La ragazza non sarà lasciata sola al suo destino, ad accorrere in suo aiuto ci sono le zie e il gatto di famiglia Salem, uno stregone privato dei suoi poteri e trasformato in felino per aver provato a conquistare il mondo.

Durante le sette stagioni sono molti i personaggi che appaiono nella serie, tra questi il più duraturo è sicuramente Harvey Kinkle, primo amore della giovane strega con la quale avrà un rapporto altalenante anche a causa delle continue bugie che la ragazza dovrà dire per impedire ad Harvey di scoprire la verità sul mondo delle streghe.

Prima dell’uscita della terza e quarta stagione vennero prodotti due film per la televisione, sempre trasmessi dall’emittente ABC: Sabrina – vacanze romane e Sabrina nell’isola delle sirene.

Benché fosse una serie di sicuro successo per l’emittente, durante la trasmissione della quarta stagione la protagonista, Melissa Joan Hart, posò per un servizio fotografico dai toni decisamente meno favolistici della serie per cui prestava il volto, facendo infuriare i vertici dell’emittente che chiese a gran voce delle scuse ufficiali che però non arrivarono mai.

La Hart e sua madre, produttrici della serie, decisero di spostare la trasmissione sulla rete giovanile The WB, dove continuò per altre tre stagioni. Da questo improvviso trasloco, i produttori decisero di apportare delle modifiche alla serie e cercare di renderla più matura, in vista anche dell’età di Sabrina che stava per entrare nel mondo del college e poi del lavoro: decisero di rinnovare tutto il cast, ad eccezione dei pochi consolidati, fu registrata una nuova sigla e la serie assunse un taglio più da sit-com.

Di stagione in stagione però, la serie non faceva altro che perdere ascolti: le vicende di Sabrina non appassionavano più i fan e quindi si decise per la cancellazione dello show, girando un episodio che potesse considerarsi sia da finale di stagione che di serie, un epilogo delle vicende di tutti i protagonisti che risultò soddisfacente per il pubblico.

Alla fine della serie non furono in molti coloro che riuscirono a consolidare la propria carriera: Melissa Joan Hart dopo aver girato qualche film per la tv è ritornata in una serie comedy, Melissa & Joey, dal modesto successo, andata in onda per quattro stagioni. Caroline Rhea, zia Hilda, è apparsa in alcuni telefilm in veste di guest star, per poi passare al doppiaggio; stesso destino per Beth Broderick, la zia Zelda. Nate Richet, Harvey, ha interrotto quasi subito la sua carriera se non per sporadiche apparizioni in film per la televisione.

Adesso, non ci resta che aspettare e vedere come sarà la nuova Sabrina di Netflix, e non dimentichiamoci del gatto Salem, che per un attimo abbiamo temuto non esserci (per sapere di cosa sto parlando clicca qui).

L’appuntamento è su Netflix il 26 ottobre con la serie Chilling Adventures of Sabrina.

Loading...