Stranger Things 2 – Recensione: un sensazionale crescendo di emozioni!

Stranger Things
Share on Facebook165Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

L’attesa è finalmente giunta al termine: il 27 ottobre è approdato Stranger Things 2, nuova stagione della serie creata dai Duffer Brothers, sulla piattaforma Netflix. E l’ha fatto in grande stile, confermandosi una delle migliori uscite di questo 2017.

La nostra recensione di Stranger Things 2 contiene SPOILER, quindi non proseguite con la lettura se non avete già visto tutti i suoi nove episodi.

L’inizio

Siamo a Pittsburgh, in Pennsylvania.
Delle persone che non abbiamo mai visto sono inseguite dalla polizia. Una di loro, in particolare, scopriremo essere come Eleven; il suo potere è scegliere cosa fare o non fare vedere alla altre persone; può rendersi invisibile agli occhi altrui, può farti camminare addosso un sacco di ragni. Non scherzo. Un sacco. Roba che andrebbe resa illegale in almeno dieci galassie.
Grazie alla sua abilità, riescono a fuggire; un semplice boom. Gli agenti credono di assistere a una frana e fermano le auto, per poi scoprire che non era reale. Di seguito la loro espressione:

Gli altri che sono in auto con lei applaudono, e a noi non resta che restare più perplessi che mai. La ragazza, oltretutto, perde sangue dal naso. Chi è? Da dove viene? Di chi è figlia? Ebbene… nel corso delle puntate scopriremo che è la sorella di Eleven!

 

Share on Facebook165Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone
9
9

Commenti

Tag dell'articolo
Altri di Serena De Filippi

Netflix ha in cantiere una nuova serie tv ambientata a Parigi

1650Netflix sta per lanciare la sua prossima serie originale in lingua francese,...
Leggi tutto