American Crime Story 2×01 – recensione: l’assassinio di Versace parte con un grande episodio

Share on Facebook429Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

American Crime Story è tornato con il suo secondo debutto. La nuova stagione vede l’assassinio di Gianni Versace come tema principale. Il primo episodio, andato in onda il 17 gennaio in America e il 19 in Italia, dal titolo “L’uomo da copertina”, ha ricevuto critiche fortemente positive. Diretto da Ryan Murphy e scritto da Tom Rob Smith, sin dalla prima scena ci stupisce con un’ottima regia. E la serie American Crime Story arriva anche su NOW TV!

Tutti conoscono Gianni Versace, l’uomo e icona gay del mondo della moda degli anni ’90. La sua storia è leggenda, il suo passato è pieno di luci e ombre e sembra che questa stagione tratterà tutti i punti più scabrosi del famosissimo marchio. Interpretato da Édgar Ramírez, vediamo come Gianni Versace (o Versaci, nella versione americana del prodotto, una fastidiosa pronuncia che ha scatenato molte polemiche sul web) avesse effettivamente conosciuto il suo assassino parecchio tempo prima del giorno della sua morte.

Leggi anche: Tutte le nuove serie tv di gennaio e febbraio 2018 che non dovreste lasciarvi scappare

L’assassino di Versace, Andrew Cunanan, è interpretato da un magistrale Darren Criss, che molti ricorderanno per la sua partecipazione in Glee. Dimenticate il ragazzo dagli occhi dolci e la voce da usignolo. Qui Criss sfoggia la sua dote da attore e vi farà venire i brividi più di una volta. Dalle diverse sfaccettature, in questa interpretazione lo vedremo nel ruolo dello strafatto, del killer perverso, dove passerà dalle – finte – lacrime ai ghigni maliziosi in diverse occasioni. Al cast stellare di American Crime Story, si aggiunge la presenza di Penelope Cruz nei panni della sorella Donatella, e Ricky Martin, che porta sullo schermo il compagno di Versace, Antonio D’Amico.

In una tranquilla giornata di sole a Miami Beach, si odono due colpi di pistola. Gianni Versace viene ritrovato riverso e pieno di sangue sugli scalini della propria abitazione dal compagno Antonio D’Amico. Non c’è nulla da fare per lui, che verrà dichiarato morto poco dopo all’ospedale. Da qui partirà la caccia all’uomo, ma non aspettatevi la spettacolarizzazione degli eventi, come fu per O.J. Simpson. Questa stagione di American Crime Story si prospetta diversa dalla precedente, che trattava il caso di O.J., perché Cunanan sarà accusato sì dell’omicidio di Versace, ma verrà ritrovato morto qualche giorno dopo. Come ricorderete, O.J., che affrontò la sua presunta colpevolezza in tribunale. Le scene inquietanti saranno presenti e subiranno il fascino di una regia alquanto caratterizzata dall’estro di Murphy. Un momento molto macabro riguarda la morbosa attenzione di alcuni passanti nei confronti dell’omicidio di Versace, tra cui un uomo che scatta una foto del corpo e la rivende per 30.000 dollari e una donna che poggia una pagina di giornale con gli abiti della maison sul sangue dello stilista. Murphy, che ha sempre avuto un debole verso la psicologia, non si è tirato indietro anche questa volta di fronte agli agghiaccianti misteri della psiche umana.

Il silenzio ha ucciso più di un’icona.

Possiamo aspettarci una storia molto romanzata. Donatella Versace ha preso le distanze dal prodotto, affermando che gli sceneggiatori si sono serviti per costruirlo di una biografia non autorizzata, Vulgar Favors. Il compagno di Versace, invece, ha affermato di non aver mai abbracciato il corpo di Gianni sulle scale di casa come abbiamo visto in American Crime Story. Non ci resta che sperare di assistere a un prodotto fedele, per quanto possibile e nei limiti del normale, alla realtà, come fu per il caso di O.J. Ma la spettacolarizzazione, forse, viene prima di tutto, dinanzi a una tragedia che è ancora tutt’oggi considerata piena di segreti e ombre che non ci è dato scoprire. Nel complesso, l’episodio pilota ha stupito in positivo, per una recitazione davvero impeccabile e per una scenografia straordinaria. Ma ci si chiede quanto ci sia da raccontare e quali temi saranno approfonditi nel corso della sua durata. La stagione sarà composta da 9 episodi, contrariamente alla prima, e non vediamo l’ora di assistere al seguito, sperando che mantenga il ritmo della prima puntata. Vi ricordiamo che la serie viene trasmessa su FOX CRIME ogni venerdì sera, ma sarà contemporaneamente in live streaming su NOW TV, che la mette a disposizione degli utenti anche on demand e senza contratto.

Share on Facebook429Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone
7.5
7.5

Commenti

Tag dell'articolo
Altri di Serena De Filippi

Big Little Lies 2: Meryl Streep si aggiunge al cast

4290Meryl Streep, vincitrice di tre Premi Oscar e leggenda vivente, è entrata...
Leggi tutto