The haunting of Hill House avrebbe dovuto avere un finale ancora più cupo

Attenzione: questo articolo contiene spoiler, se non volete rovinarvi la visione della serie, vi invitiamo a non proseguire nella lettura di questo articolo.

Netflix ha ormai reso completamente disponibile la nuova serie horror The Haunting of Hill House, tratto dal romanzo omonimo di Shirley Jackson. I fan avranno ormai guardato fino all’ultima puntata questa vicenda che si qualifica, nelle parole dello showrunner Mike Flanagan, come un “remix” di quella originale.

Oggi, Flanagan stesso ammette che il finale originale contemplato dalla sceneggiatura avrebbe offerto al pubblico una situazione ancora più cupa di quella scelta. La modifica sarebbe stata applicata quasi all’ultimo minuto, per non terminare la serie con troppa angoscia. Dice infatti lo showrunner:

Abbiamo avuto per un po’ l’idea che, terminato quel monologo, sopra l’immagine della famiglia unita avremmo potuto inserire, sullo sfondo, la finestra della Stanza Rossa. Per un po’, il piano è rimasto questo. Forse nessuno era davvero mai uscito da quella stanza. Ma, la notte prima di girare quella scena, mi sono seduto sul mio letto e ho avvertito un senso di colpa. Sentivo che era troppo crudele.

Ciò mi sorprese: ero arrivato a voler così bene ai personaggi da volere che fossero felici. Quindi arrivai al lavoro e dissi: “Non voglio più mettere la finestra, penso che sia cattivo ed ingiusto”. Dopo aver passato dieci ore in quella storia, anche solo pochi minuti di speranza erano importanti, dal mio punto di vista.

Dopo che Flanagan ha deciso di graziare i suoi personaggi, non ci resta che aspettare se una eventuale seconda stagione verrà confermata. Nel frattempo, avete notato gli easter egg che porterebbero ad essere ottimisti in proposito?

Loading...

Fonte: Digital Spy

Tags: