Stranger Things: ecco la teoria secondo cui Bob avrebbe suggerito come annientare il Sottosopra

Che dire di Bob?
Questa è la domanda più frequente che i fan si pongono dopo aver visto la seconda stagione di Stranger Things su Netflix. Passeremo quindi al vaglio le ultime sue azioni per comprendere meglio qual è stato il suo reale contributo alla serie. Che, secondo una recente teoria, potrebbe essere più importante di quanto sembri.

Attenzione: spoiler della seconda stagione di Stranger Things.

In una vecchia intervista, antecedente alla seconda stagione, Sean Austin aveva rivelato ad HuffPost che desiderava ardentemente che il suo personaggio facesse qualcosa di eroico. E in effetti il suo personaggio, Bob Newby, è stato più volte un eroe durante il corso delle puntate; è stato lui a far capire che le strane immagini che Will Byers disegnava formassero una mappa di Hawkins. E sempre Bob si è sacrificato per attivare i generatori, aprendo così le porte dei laboratori Hawkins e permettere ai suoi amici di sfuggire dai Democani (fortuna che non è toccata anche a lui).

Leggi anche: 10 domande che ci siamo posti alla fine di ST 2

«Bob ha dato una mano a decifrare la mappa, ma la scena della sua morte è stata soddisfacente, eroica… è tutto ciò che volevo», ha rivelato l’attore. Tuttavia, il contributo più eroico del personaggio che Austin ha interpretato egregiamente potrebbe essere qualcos’altro. Sembra che abbia accidentalmente svelato la schiave per sconfiggere i mostri del Sottosopra: l’acqua.

 

Loading...