Kit Harington critica la mancanza di attori gay nei film Marvel

Dopo essere riuscito a scampare ai morti di Game of Thrones (almeno finora!), Kit Harington – alias Jon Snow – ha spostato il suo interesse sulla questione dell’omosessualità nei film Marvel. A quanto pare l’attore avrebbe criticato l’assenza di attori gay nei film.

C’è un grosso problema con la mascolinità e l’omosessualità, che in qualche modo non possono andare di pari passo. Sembra impossibile avere qualcuno in un film Marvel che sia gay nella vita reale e al contempo che interpreti un supereroe. Voglio dire, quando succederà?

All’inizio di quest’anno, Marvel era uno degli studi scelti da GLAAD (organizzazione no-profit di attivismo LGBTQ+) citati nel suo schiacciante rapporto sulla mancanza di rappresentanti omosessuali nel settore dell’intrattenimento, in particolare per il suo ritratto di due personaggi bisex dei fumetti, Valkyrie e Korg, entrambi apparsi nel blockbuster Thor: Ragnarok. Il rapporto diceva:

Il film non ha incluso alcun riferimento alle loro identità o interessi sentimentali e il pubblico non ha avuto la minima idea di essere davanti a personaggi “queer” a meno che non avessero i materiali di partenza.

Loading...

Sta di fatto che sia Kevin Feige, responsabile e capo di Marvel Studios, sia James Gunn, regista del film Guardiani della Galassia, hanno ribattuto sostenendo che personaggi omosessuali potrebbero approdare in pellicole future. Perciò non preoccuparti più di tanto caro Kit Harington, perché Marvel sembrerebbe più che felice di sventolare la bandiera arcobaleno senza porsi problemi.