House of Cards: Netflix ha fatto erigere una lapide in onore di Frank Underwood

Esperto manipolatore, spietato e pragmatico oltre ogni limite umano, Frank Underwood è stato un diabolico maestro di vita nonché superbo snocciolatore di perle filosofiche dal tagliente cinismo. La sua è stata una vera e propria scalata al successo, purtroppo conclusasi prematuramente: poco dopo l’inizio delle riprese della sesta stagione di House of Cards il suo interprete Kevin Spacey è rimasto coinvolto in una serie di accuse per abusi sessuali, motivo per cui Netflix si è vista costretta a rimuovere l’attore dal suo incarico dichiarando l’effettivo decesso di Underwood all’interno della serie.

Il 2 ottobre, giorno dell’arrivo della sesta e ultima stagione di House of Cards, una lapide con su inciso il nome completo di Underwood, Francis J. Underwood per l’esattezza , ha fatto capolino nel cimitero di Gaffney, cittadina natale del personaggio situata in South Carolina.

House of Cards

La lapide, fatta appositamente erigere da Netflix, è liberamente visitabile ma temporanea: sarà possibile porgere gli ultimi omaggi a Frank almeno fino a domani, sabato 10 novembre, ma la tomba verrà rimossa tra qualche giorno. La notizia è apparsa anche sul giornale locale, il The Gaffney Ledger, che ha inoltre omaggiato il 46° Presidente degli Stati Uniti con un particolare necrologio definendolo una “figura polarizzante”.

Nel 2013 House of Cards rappresentò la primissima produzione di Netflix e contribuì in modo piuttosto massiccio alla fama e alla diffusione su scala mondiale della piattaforma che conta oggi più di 125 milioni di abbonati e un numero quasi incalcolabile di prodotti -in parte originali- all’interno del suo catalogo in costante ampliamento.

Un omaggio la cui sottile ironia avrebbe senza dubbio divertito Frank, che nel frattempo starà sicuramente discutendo del sistema di gestione del suo nuovo alloggio, dando del filo da torcere persino al Grande Capo ai piani alti.

Loading...

Fonte: Digital Spy