Gilmore Girls: Netflix mostra interesse alla produzione di un secondo revival

Ricordate Una mamma per amica? Molti di voi saranno probabilmente cresciuti con le Gilmore Girls affrontando insieme a loro tutti i problemi legati all’adolescenza quali amicizia, amore, passaggio all’età adulta e via dicendo. L’anno scorso il revival della serie intitolato The Gilmore Girls: A Year in the Life è arrivato su Netflix rendendo felici moltissimi fan e facendo toccare alla piattaforma il record di più di sette milioni di nuovi abbonati solo nel quarto trimestre dell’anno (N.B.: la serie è uscita a novembre). Per noi non ha funzionato comeile avrebbe dovuto e qui vi diciamo perché.

Nonostante Netflix sia piuttosto restio a divulgare i suoi dati, è stata recentemente pubblicata la classifica delle venti serie maggiormente soggette al binge-watching, fenomeno che spinge lo spettatore a finire l’intera stagione di una serie TV in 24 ore o addirittura meno. Indovinate un po’? Lorelai e Rory hanno stravinto piazzandosi al primo posto, complice il fatto che l’ottava stagione sia composta da soli quattro episodi, ma tanto è bastato per accendere in Netflix l’interesse alla produzione di un secondo revival sulle ragazze di Stars Hollow. “C’è una soddisfazione unica che proviene dall’essere il primo a finire una storia, che si tratti dell’ultima pagina di un libro o dei momenti finali della tua serie TV preferita”, ha affermato Brian Wright, vice presidente delle produzioni originali. “Non c’è niente di meglio che vedere uno spettacolo tenere i fan incollati allo schermo e accendere la fiamma della passione per ciò che stanno guardando”.

Gilmore Girls
Davvero un ottimo risultato per le Gilmore!

Seppur non ci sia ancora nulla di concreto su un secondo revival, l’intenzione di proporlo presto ai fan sembrerebbe essere forte e chiara: “Amy Sherman-Palladino e il marito Daniel hanno fatto davvero un buon lavoro con A Year in the Life, la serie ha portato ciò che speravamo e i fan sono rimasti contenti del risultato”, ha affermato Ted Santos, capo dei contenuti di Netflix. “La cosa peggiore sarebbe stata dover aspettare un paio d’anni per poi trovarsi davanti a un prodotto deludente, ma così non è stato!”. I due sono ora impegnati con Amazon e The Marvelous Mrs. Maisel ma una clausola nel loro contratto gli permetterebbe di lavorare a tempo debito al seguito di Gilmore Girls: A Year in the Life per Netflix. “Amy e Dan si sono resi disponibili e stanno mantenendo aperte tutte le porte”, ha continuato Santos, “Cosa volete che vi dica? Speriamo che questo secondo revival si faccia!.

Fonte: TVLine

Loading...