Everything Sucks!: il primo trailer ufficiale della nuova serie targata Netflix

Dopo Stranger Things e Dark che ci hanno catapultati indietro nel tempo fino agli anni ’80 e che ci hanno fatto innamorare di quell’epoca, preparatevi a rivivere, o ad assaporare per la prima volta, le atmosfere adolescenziali degli anni ’90 in Everything Sucks!, nuovissima serie drama/comedy composta da 10 episodi che sbarcherà su Netflix il 16 febbraio.

Ci troviamo nel 1996 nella tranquilla cittadina di Boring in Oregon: Everything Sucks! seguirà le vicende di un gruppo di ragazzini ribelli e disadattati iscritti alla Boring High School. I giovani sono suddivisi in due gruppi ben distinti tra cui non corre affatto buon sangue: l’A/V Club e il Drama Club. La serie originale Netflix si sviluppa in un mix di classiche tragicomiche disavventure che accompagnano i ragazzi nei complicati anni tra l’infanzia e l’età adulta. Per questi studenti, infatti, le numerose difficoltà dell’adolescenza vengono percepite come un “purgatorio” dal quale è impossibile trovare una via di fuga.

Netflix ci catapulterà negli anni ’90 non solo per via della tecnologia ancora quasi del tutto inesistente, ma ci darà un assaggio delle atmosfere di quel decennio anche attraverso la musica: durante i 30 minuti che compongono ogni episodio ascolteremo infatti artisti famosissimi di quel periodo come gli Oasis, gli Offspring, Weezer e i The Cranberries. Ben York Jones, co-creatore di Everything Sucks!, ha voluto raccontare la sua versione della storia in poche parole: “E’ musica, i Tamagotchi, è scambiarsi i braccialetti, è questo e molto altro ma in particolare lo show si basa sui personaggi e le loro relazioni interpersonali. Sono cambiate tante cose nel corso degli anni ma le emozioni umane no, sono sempre le stesse.

L’esilarante cast è composto da Peyton Kennedy (American FableThe Captive) e Jahi Winston (The New Edition Story) nei panni degli studenti, poi vedremo Kate Messner, Luke O’Neil, Patch Darragh (SullyBoardwalk Empire) e Claudine Nako (Grimm) nei ruoli dei loro rispettivi genitori.

Siete pronti a tornare o ad essere trasportati per la prima volta negli anni ’90?

 

Via: DigitalSpy

Tags: