Dracula: prime indiscrezioni sulla trama della serie in arrivo su Netflix e BBC One

Moffat e Gatiss, co-creatori per Sherlock, avevano annunciato già la scorsa estate di essere al lavoro su una nuova serie ispirata al romanzo Dracula, di Bram Stoker. Oggi è stato rivelato un indizio sulla trama:

Nella Transilvania del 1897, il Conte assetato di sangue sta tramando i suoi piani contro la Londra Vittoriana, e siate avvisati: il morto viggia veloce.

Ovviamente, basandosi su uno dei capisaldi della letteratura horror e quello che più di ogni altro incarna il personaggio del vampiro, l’annuncio si rivela in linea con le aspettative, e un’ulteriore notizia è che la serie sarà ambientata ai tempi delle vicende narrate da Stoker. Niente riletture in chiave contemporanea, quindi.

Il team al lavoro sul progetto, che sappiamo già conterà tre puntate da 90 minuti ciascuna, ma ancora non sappiamo quando verrà trasmessa, è entusiasta. Moffat e Gatis hanno dichiarato:

Le storie dedicate al male sono sempre esistite. Ma ciò che caratterizza Dracula, è che Bram Stoker ha dato al male il suo eroe.

Piers Wegner, di BBC, dice invece:

La visione che Moffat e Gatis hanno di Dracula è brillante e spaventosa. Nelle loro talentuose mani, i fan vivranno il potere della creatura di Bram Stoker come per la prima volta. Siamo felici di collaborare con loro.

Larry Tanz di Netflix, a sua volta:

Non vediamo l’ora di portare questa narrazione geniale a tutti i nostri abbonati nel mondo e siamo entusiasti di collaborare con la BBC su una nuova serie.

La serie tv viene realizzata in un alone di segretezza: già in occasione del primo annuncio, nel 2017, i co-creatori non vollero svelare le loro idee per come avrebbero gestito un personaggio di tale peso e fama come Dracula; scherzando con i giornalisti e facendo l’occhiolino ai fan di Sherlock, i due dissero:

Ecco, c’è Dracula, e risolve i crimini. No! Non è vero, stiamo scherzando!

A tutti gli amanti della paura e di questa pietra miliare della letteratura di genere horror non resterà quindi che attendere che il velo si segretezza venga rimosso. Speriamo presto.

Fonte: Deadline

Loading...

Tags: