Aziz Ansari risponde alle accuse di molestie: ‘Il rapporto era consensuale’

Il 2017 è stato, per eccellenza, l’anno delle accuse di molestie sessuali da parte di molteplici attrici ai danni di colleghi attori, produttori, registi e chi più ne ha più ne metta. L’appena iniziato 2018, tuttavia, non sembra affatto essere da meno: dopo James Franco, anche il 34enne Aziz Ansari (protagonista e ideatore della serie televisiva Master of None, prodotta da Netflix) è stato recentemente accusato di inopportune avances dalla 23enne fotografa Grace.

“La notte peggiore della mia vita”, sono state queste le cruente parole usate dalla ragazza per descrivere l’esperienza passata con Aziz Ansari e l’attore non è di certo rimasto ad ascoltare senza raccontare la sua verità: “Nel settembre scorso ho incontrato questa ragazza ad una festa, ci siamo scambiati i numeri di telefono e siamo usciti per un appuntamento. Siamo andati a cena e la serata è finita con un rapporto sessuale e tutto faceva capire che fosse consensuale rivela Aziz in un’intervista rilasciata a PEOPLE, “Il giorno dopo, però, mi ha scritto un messaggio dicendo che per me forse andava tutto ok, ma per lei non era affatto così. Quella notte passata con me l’aveva fatta sentire molto a disagio. Ero sorpreso e scioccato nel leggere quelle parole”.

Grace sostiene, invece, di aver mandato chiarissimi segnali ad Aziz Ansari che avrebbero dovuto fargli capire che fosse del tutto contraria a ciò che stava accadendo. La giovane ha anche mostrato pubblicamente uno screenshot della conversazione affrontata con l’attore il giorno seguente:

https://www.instagram.com/p/Bd6J53Vntmd/?utm_source=ig_embed&utm_campaign=embed_legacy

Aziz, dal canto suo, si è scusato con la ragazza per aver probabilmente frainteso le sue intenzioni: “Sono davvero triste nell’ascoltare tutto ciò. Non vorrei mai far sentire nessuno nel modo in cui ti sei sentita tu. Ho frainteso certi comportamenti in quel momento e mi dispiace davvero tanto.

Purtroppo, come in molti altri casi, è la parola di uno contro quella dell’altro. Voi cosa ne pensate?

 

Loading...

Via: Entertainment Weekly