Stranger Things: 5 motivi per cui vorremmo un fratello (o un figlio) come Dustin

La scorsa estate andava in onda su Netflix una serie TV che, nel giro di giorni, si sarebbe trasformata in un vero e proprio tormentone. Sto parlando di Stranger Things, tributo agli anni ’80 e a pellicole cult quali E.T., I Goonies e Stand by Me, dove i protagonisti sono un gruppo di ragazzini alle prese con eventi inquietanti e sovrannaturali – ma non al di fuori della loro portata. In questo articolo faccio un po’ di spoiler, per cui vi invito a non continuare la lettura qualora non abbiate ancora guardato la serie dei fratelli Duffer.

Vi presento Mike, Lucas e Dustin, un trio di dodicenni che si cimenta nella disperata ricerca dell’amico Will, scomparso misteriosamente nel cuore di una fredda notte autunnale. Inseparabili compagni di scuola e temerari avventurieri, scoprono presto l’esistenza di un mondo parallelo abitato da una creatura tanto terrificante quanto spietata, venendo a contatto con una realtà inverosimile e al tempo stesso tangibile, esistente. Figura di spicco fra i giovani amici è il bambino più sorridente e paffutello, che con il suo charm ha saputo conquistare senza troppe difficoltà il cuore degli spettatori: chi se non Dustin Henderson? Diciamocelo chiaramente: tutti vorrebbero avere un fratello (o un figlio, perché no!) come lui e i motivi sono piuttosto ovvi.

È nerd, un perfetto compagno di giochi.

Sin dalle battute iniziali del primo episodio scopriamo che Dustin è nerd fino al midollo. Lo vediamo infatti giocare a Dungeon & Dragons con la sua combriccola, quando consiglia caldamente a Will di utilizzare un incantesimo di protezione piuttosto che una palla di fuoco, prima di andarsene a casa dopo una sessione durata ORE. Mi ricorda tanto i pomeriggi spensierati della mia infanzia quando, dopo aver fatto i compiti, trascorrevo tutto il tempo con gli amici a giocare di fantasia. Bei tempi, sigh.
Chiaramente il solo D&D non è sufficiente per etichettare Dustin come nerd; ma poco dopo il piccoletto cita Lo Hobbit e Bosco Atro, riferendosi alla selva che si estende in prossimità della cittadina di Hawkins. E ancora, fa riferimento al mondo Marvel quando parla dei poteri di Undici Eleven, chiedendosi se fossero innati come quelli degli X-Men, o acquisiti in un secondo momento come Lanterna Verde. Insomma, è un amante del fantasy, dei supereroi e dei fumetti… sono certo che sarebbe piacevole passare del tempo con lui!

Stranger Things
Dustin gioca a D&D con gli amici.

 

Loading...