Stranger Things 2: 18 riferimenti alle produzioni anni ’80 che potreste non aver colto

La seconda stagione di Stranger Things (ecco la nostra recensione) ha letteralmente fatto impazzire i fan: i nostri eroi si sono trovati a dover affrontare un nuovo temibile nemico e numerose avversità che hanno aumentato l’hype e l’ansia degli spettatori minuto dopo minuto. Ambientata nel 1984 ad Hawkins, Stranger Things 2 ci ha regalato un meraviglioso tuffo nel passato che ha fatto suscitare in ognuno di noi una profonda nostalgia per un’epoca ormai lontana. I fratelli Duffer hanno inserito all’interno degli episodi piccoli riferimenti alle produzioni che più hanno caratterizzato gli anni ottanta, e noi ve li riportiamo in queste pagine!

Attenzione agli spoiler.

Alf

Una delle scene più raccapriccianti di Stranger Things 2 è stata la morte del gatto di Dustin, divorato dal Demo-dog che il bambino aveva trovato nel cestino della spazzatura e accolto nella propria casa; se all’inizio lo strano girino si nutriva di barrette al cioccolato, crescendo ha sentito la necessità di divorare qualcosa di più succulento e sanguinoso: il gatto Mews. Negli anni ’80 andava in onda una situation commedy piuttosto bizzarra che trattava le avventure di uno strano alieno, proveniente dal pianeta Melmac, che si cibava appunto di felini: il suo nome? Alf!

Loading...