Game of Thrones: i 7 migliori momenti di Bronn

Tutti conosciamo Bronn e lo adoriamo per la sua irriverenza, astuzia e destrezza con la spada: è uno dei mercenari più pericolosi dei Sette Regni. Dotato di una Claymore +10 e di una buona dose di (black) humor, è riuscito a farsi amare dal pubblico nonostante la sua cruda visione della vita e del potere. Best friend di Tyrion e successivamente anche di Jaime, il suo sogno nel cassetto è quello di avere un castello tutto per sé ed essere chiamato “my Lord” fino alla fine dei suoi giorni. Ma quali sono i suoi migliori momenti in Game of Thrones? Li ho raccolti per voi in queste pagine!

La Battaglia a Nido dell’Aquila

Ovvero, la prima vera volta in cui lo vediamo in azione: armatura leggera, fast roll, uno spadone e molta ignoranza. Schiva abilmente tutti i colpi del cavaliere Ser Vardis Egen, il quale perisce sfinito sotto i colpi dell’abile mercenario facendo un capitombolo attraverso la Porta della Luna. Questo combattimento è stato voluto da Tyrion, catturato da Catelyn Stark sotto l’accusa di aver tentato di uccidere il figlio Bran. Le sorelle Tully sono costrette però a lasciarlo andare, avendo perso il processo per combattimento.

“Non hai combattuto in maniera onorevole!”

“Io no… ma lui sì.”

Loading...

Bronn deve avere più di 200 h su Dark Souls, altrimenti non si spiega. Questa è una battaglia emblematica di quella che è la personalità di Bronn: non gli interessano affatto gli ideali o la gloria, tutto ciò che conta sono i soldi e le donne.